La rabbia e come domarla e quando la rabbia e utile

 

  1. Abi Hurairah, che Allah sia soddisfatto di lui, ha detto che:

Un uomo disse al Profeta (SAAWS): “Consigliami”. Egli ha detto: “Non ti arrabbiare”, e gliel’ha ripetuto più volte. “Non ti arrabbiare” [Narrato da Al-Bukhari]

Amid bin Abdul-Rahman ha raccontato che:

“Un uomo dei Compagni del Messaggero di Allah ha detto: “O Messaggero di Allah, consigliami”. Il Profeta gli rispose: “Non ti arrabbiare”. L’uomo disse: “Ho pensato che la rabbia sia la causa di tutto il male, quando il Messaggero di Allah (SAAWS) mi rispose così”.

Ja’far ibn Muhammad disse: “La rabbia è la chiave di ogni male”.

Quando fu chiesto a Ibnu Al-Mubarak di descrivere le buone maniere in una parola, disse: “Evitare la rabbia”.

  1. Non arrabbiarsi potrebbe significare munirsi di buone virtù come la saggezza, il perdono e la pazienza. Queste caratteristiche fanno sì che la persona non si arrabbi.

Si tragga da ciò che agire istintivamente presi dalla rabbia produce un comportamento non ragionevole e nocivo per se stessi e per gli altri, e porta ad azioni che mai si sarebbero compiute in situazioni normali.

La rabbia e richiesta se i precetti di Allah vengono violate, solo che questo tipo di rabbia deve essere controllato e deve attenersi al Corano e alla Sunnah cioè affrontare le cose con la sapienza e le buone maniere da buon musulmano.

Che Allah ci aiuti tutti a controllare la nostra rabbia eccessiva e ingiusta.